4. Sostenere l’occupazione femminile e giovanile.

Le imprese, le cooperative, gli artigiani che assumono stabilmente donne e giovani disoccupati ed inoccupati devono essere sostenuti: il Comune può farlo con forme di incentivazione contributiva e riservando a chi assume a tempo indeterminato delle quote negli appalti comunali. Occorre anche istituire un “Centro di assistenza donne/lavoro” all’interno dei “Centri per l’Impiego” per costruire nuove occasioni di lavoro e spazi di iniziative imprenditoriali per le donne, native e migranti (e vedi sotto Punto 50). Il Comune deve combattere il precariato a cominciare da sé stesso, cioè assumere a tempo indeterminato il personale precario occupato nell’Amministrazione comunale con contratti di somministrazione (e vedi sotto Punto 21).

Questa voce è stata pubblicata in 01 IL LAVORO PRIMA DI TUTTO! CREARE LAVORO SI DEVE E SI PUO’ e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...