30. Torniamo a usare il nostro Tevere.

Con strutture e mezzi ecocompatibili, vogliamo rendere navigabile l’intero fiume Tevere. Avremo così una straordinaria via di trasporto urbano (da Labaro a Vitinia almeno, passando per Flaminio, Prati, San Pietro, Trastevere, Marconi e Magliana), una via fluviale collegata alla rete del trasporto pubblico e integrata con una rete ciclabile capillare calibrata sugli argini artificiali fluviali, per rafforzare il collegamento centro-periferie, offrire uno sbocco al mare e favorire l’uso turistico. Legato a questo progetto c’è anche il disinquinamento del fiume, oggi ridotto a fogna (Londra ci è riuscita, perché Roma no?). Un’apposita “imposta di scopo”, temporanea, può finanziare il progetto, che è anche capace di creare un notevole indotto occupazionale.

Questa voce è stata pubblicata in 07 UN ALTRA MOBILITA’ E’ POSSIBILE (E IL PROBLEMA DEL TRAFFICO SI PUO’ RISOLVERE) e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...