29. Rilanciare il trasporto pubblico (ma sul serio).

Roma muore di traffico privato, che significa inquinamento, gravi danni alla salute ed enormi perdite di tempo di vita. Per uscirne è necessario invertire il rapporto tra mobilità privata e collettiva (ora è 70 a 30!). E’ possibile farlo: creando un sistema integrato ferro-gomma-ciclabili, aumentando sostanzialmente il numero dei mezzi pubblici e la loro velocità (con semafori intelligenti e corsie preferenziali), investendo in metropolitane di superficie e in linee tranviarie, chiudendo l’anello ferroviario intorno a Roma e corredandolo di un efficiente sistema di scambi, moltiplicando le linee ferroviarie da e per l’area metropolitana per svuotare le consolari dal fiume quotidiano di macchine dei pendolari. Occorre inoltre scoraggiare la circolazione dei veicoli maggiormente inquinanti, introdurre un’imposta per la circolazione dei SUV (inquinanti e pericolosi) all’interno del G.R.A., e porre limiti ai pullman turistici nella Città. Bisogna estendere le aree pedonalizzate e le piste ciclabili (fino a farne un “sistema” che possa permettere di attraversare in bici tutta la Città). Vogliamo abolire gli odiosi aumenti dei biglietti decisi da Alemanno e, al contrario!, incoraggiare l’uso di autobus e metro rendendo tendenzialmente gratuito il mezzo pubblico (a partire dalle fasce giovanili e dagli orari lavorativi). Sosteniamo la realizzazione di un’azienda unica pubblica regionale per garantire razionalità organizzativa, riduzione dei costi ed efficienza del servizio.

Questa voce è stata pubblicata in 07 UN ALTRA MOBILITA’ E’ POSSIBILE (E IL PROBLEMA DEL TRAFFICO SI PUO’ RISOLVERE) e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a 29. Rilanciare il trasporto pubblico (ma sul serio).

  1. Simone Casadei ha detto:

    Anche in relazione al tema del rilancio del commercio di prossimità (cui va riconosciuta una funzione sociale) occorre prefigurare la creazione di almeno un’isola pedonale “modulare” ovvero sistematicamente “allargabile” quando se ne ravvedono le condizioni, in ogni Municipio e possibilmente in ogni quartiere/zona urbana di esso.

  2. vito de russis ha detto:

    Roma è anormale (ed, anche, patentata: 1. emergenza da traffico e mobilità; 2. emergenza rifiuti). Deve diventare normale; la sua vivibilità fondata sulla educazione alla “convivenza civile” (uguagliando tantissimi altri Paesi: dentro e fuori l’UE). Cioè 2 fondamentali e vitali settori della vivibilità: La strada, vitale bene comune; i rifiuti: una ricchezza per chi li lavora; una ricchezza per chi li riduce.
    Quindi, c’è già tanto LAVORO (anche pesante e difficile) da fare. (Pertanto, non è questo il tempo di pensare a creare “ALTRO” lavoro.)
    Per “Città Normale” si intende una società nella quale la PERSONA è educata a “convivere civilmente” (ed in pace, armonia) con le altre PERSONE e non immagina di risolvere da egoista (da solo) i suoi problemi (da quelli piccoli a quelli grandi). Quindi, Persona che fa POLITICA (senza aggettivi e senza tessere). Quindi, Persona che rivendica l’efficacia del DIRITTO alla informazione, alla partecipazione, alla trasparenza, alla uguaglianza ed alla solidarietà. Per tutto questo rivendica il DIRITTO al rispetto della DIGNITA’ della Persona attraverso il rispetto delle regole: la LEGALITA’ nella LIBERTA’. (Nella Legalità è compreso, anche, l’ordine pubblico. Allo stato, è l’ordine pubblico egemone, se non totalizzante, sul tema della legalità e, questo, deve scomparire subito.)
    Lavorare sodo per cercare di assicurare a tutte le Persone le note quattro Libertà: dalla PAURA, dal BISOGNO, di PAROLA e di RELIGIONE.
    Capovolgere Roma. Gli eletti al governo del Comune devono, immediatamente, delegare (DECENTRARE) agli eletti nei 19 Municipi, la maggior parte del lavoro-potere su tutti i settori, ad esclusione di quelli “in emergenza” (e qualcosa altro) chè, questi ultimi, vengono “lavorati” direttamente dalla Giunta Comunale (GC). Alcuni (max 5) eletti nel Consiglio Comunale (CC) assumono la delega di Coordinatore unificante il lavoro omogeneo nei 19 Municipi. Tutti gli assessori (comunali e Municipali) devono essere stati eletti. Bandita qualsiasi figura estranea alle persone elette (esempio, consulenti).
    La GC (squadra) deve essere composta da persone elette al CC, esperti sulle materie in lavorazione (cioè, quelle da capovolgere). (Ciò significa che le liste devono contenere i candidati esperti sui temi da realizzare subito, in cronoprogramma.)
    Capovolgere Roma. Rendendo efficace ed efficiente, da subito, il naturale bisogno-diritto alla “Mobilità nella legalità e nella libertà”.
    Capovolgere Roma – ottemperando al DPCM 4.8.2006 e con la forza dell’OPCM n. 3543 del 26.9.2006, nell’interesse del 100% delle Persone, viste come “mobilità pedonale”(quindi, fin dalla loro nascita). Non c’è nulla da inventare perchè è tutto stato definito il 12 ottobre 1988 dal Parlamento europeo e lo si trova sancito nella Gazzetta Ufficiale della UE (GU. N. C290 del 14.11.1988) v. link: http://www.assopedoni.it/home/depliant-e-volantini/depliant_europa.pdf . Occorre solo rimboccarsi le maniche ed agire, lavorare e realizzare.
    Continuare l’opera di “Capovolgere Roma” con la “mobilità ciclistica”, quella che, insieme alla mobilità pedonale, dal 1994, viene sostenuta dalla CE. Che fare? fotocopiare l’opera della Municipalità Parigina, quella iniziata il 14.7.2007: con il Velib (velocipede libero, cioè pubblico, cioè il vero e produttivo Bike sharing) insieme al contributo per acquisto bici private; “mobilità ciclistica parigina” intensificata il 28.7.2008 con la Delibera della “pista ciclabile” in senso contrario su tutte le strade a senso unico (opera terminata prima del termine fissato, dicembre 2010); proseguita fino ad oggi, aumentando il numero delle stazioni e delle bici; conservando il contributo per l’acquisto di nuove bici. Oltre questo lavoro fotocopiato da Parigi, a Roma, c’è da realizzare la rete di “piste ciclabili”, quelle sotto il marciapiede e smantellare-cancellare, “in perpetuo”, tutte quelle strutture alle quali è stata affibbiata la parola “piste promiscue”, quelle sui marciapiedi, ecc..
    Continuare l’opera di “Capovolgere Roma” rendendo credibile, civile e rispettosa della dignità dei viaggiatori la “mobilità del TPL”: tempi certi tramite le “Corsie Riservate” . “Corsie riservate” ai mezzi del TP cancellando dal linguaggio le gattopardesche “corsie preferenziali”: preferenziale per chi? l’autista dell’Atac può preferire che cosa? “RISERVATA” significa che ci transita sopra solo il titolare della riserva. TPL che, proprio perchè funziona come negli altri Paesi, assume la reale “pressione morale” verso tutte quelle Persone che, essendo libere all’uso della mobilità desiderata, hanno scelto quella col proprio veicolo.
    Capovolgere Roma. Ridurre drasticamente l’istituto della sanzione amministrativa fino a farla scomparire (perchè la multa non è educativa). Intensificare la “perdita punti sulla patente” (molto educativa). Sostituire la multa con il “fermo veicolo gratuito” per un tempo sempre crescente ad ogni infrazione accertata. Effettuare blitz territoriali su specifici temi (es.: sosta alle fermate bus; sosta sulle pubblici; ecc.) facendo convergere gruppi di P.M. di altri Municipi.
    Capovolgere Roma. STOP alla “mobilità tipo F1” ed introduzione di vaste aree a Z30 (uso dei dossi da utilizzare come attraversamenti pedonali). STOP agli incivili spettacoli (2 al giorno) davanti agli edifici scolastici istituendo, in quegli orari, l’isola pedonale ridando, così, dignità ai bambini trattati come pacchi postali. STOP …. ecc.
    Capovolgere Roma. Per quanto riguarda i rifiuti basta la parola : “Porta a Porta”.
    Capovolgere Roma. Tanta informazione e trasparenza.
    Capovolgere Roma. Mettere immediatamente in rete – (1 minuto) dopo averli inviati ai legittimi destinatari – tutti i documenti pubblici (esempio, le prescritte Relazioni semestrali sulla emergenza traffico) dandone comunicazione ai media.
    Capovolgere Roma. A fatica ci stà alla GC e CC. Si può faticare registrando buoni (e, forse, ottimi) risultati.
    Nel frattempo, i 19 Municipio gestiscono gli altri temi che i Coordinatori Comunali tengono sotto controllo per evitare i casi “Concordia”.
    ATTENTI. Evitate l’errore. Questa Roma non è cambiabile nè con 54 proposte, nè con 540 proposte: va Capovolta. Va capovolta sia nella impostazione e soluzione dei temi, sia sulla formazione e gestione delle liste e degli eletti (squadra di esperti/competenti sui temi da Capovolgere subito, immediatamente).
    vito de russis
    n.q. presidente di ADP – Assoc. Diritti Pedoni

  3. Pingback: 54 proposte per cambiare Roma. | coseperunaltromondo

  4. dj ha detto:

    Io rivaluterei anche le posizioni sulla ferrovia metropolitana(metro C): mi trovo quotidianamente a percorrere la tratta roma centro-pantano con dei tempi allucinanti(prossimi alle due ore) ed un tam tam di scambi di mezzi altrettanto pazzesco(autobus-metro B+A-autobus periferico o extraurbano). É altrettanto vero che ci sono dei centri di corruzione attorno ai cantieri(tra l’altro ormai tutti avviati fino a s.giovanni) ma questo perché nelle ultime legislature i controllori sono stati(forse lo sapete meglio di me..)…e poi l’esigenza di un trasporto piú rapido e “smart”(se funzionasse) é molto sentito, sopratutto da parte di chi le periferie le vive e quotidianamente deve fare i conti con il caos di superficie per raggiungere il centro. Insomma si alle ferrovie leggere di superficie, si alle piste ciclabili, si a zone pedonali e verdi ma anche si anche alla terza linea metropolitana pantano-(almeno)s.giovanni. Ovviamente controllandone e ottimizzandone i lavori, la tempistica e i bilanci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...