14. Creazione di un polo di ricerca pubblico per il risparmio energetico.

Ci serve un polo di ricerca pubblico, fondato sulla collaborazione con le università pubbliche e i centri di ricerca romani, dove ricercatori, istituzioni e imprese si confrontino e producano innovazione nel campo del risparmio energetico, della bioedilizia, delle tecnologie del riciclo e riuso, della riprogettazione degli oggetti, e inoltre della manutenzione ottimale dei mezzi di trasporto pubblici, dell’ingegneria e dell’urbanistica, etc. L’ottica del risparmio energetico deve costituire un vincolo per tutte le gare di appalto del Comune. Per un nuovo welfare energetico, l’Agenzia per il risparmio energetico può contribuire all’ottimizzazione dei consumi domestici, commerciali e industriali, secondo un modello di sostenibilità decentrata.

Questa voce è stata pubblicata in 03 PER LA RICONVERSIONE ECOLOGICA ED ENERGETICA DI ROMA (CHE CREA LAVORO E MIGLIORA LA QUALITA’ DELLA VITA) e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...